“Il gusto di essere comunità”. Terre d’Orvieto, riparte dal pacco del cuore

Hanno festeggiato l’amore, il jazz, le occasioni di incontro sotto le stelle, quelle meno intime in teatro. I prodotti del paniere delle Terre d’Orvieto hanno felicemente accompagnato con ricche degustazioni gli eventi più significativi della città del Duomo.
Dopo due mesi di lockdown e nel tentativo di ripartire più forti di prima anche l’appuntamento con “Il Pasto del Posto” ha deciso di cambiare forma ma comunque di esserci per e con la sua comunità. La non attesa e planetaria diffusione del virus Covid- 19 ha spinto infatti i produttori del Partenariato Terre d’Orvieto e l’Amministrazione Comunale di Orvieto ad un’attenta riflessione sulla conclusione del progetto relativo all’intervento 16.4.2.1.“Attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”.
Tale progetto, che all’inizio dell’emergenza era giunto nella sua terza annualità, era quasi in dirittura di arrivo: erano già stati organizzati e realizzati 5 eventi sui sei previsti e messi in calendario.
Si poneva pertanto il problema dell’ultimo appuntamento, in quanto la massiccia partecipazione alle manifestazioni del Partenariato Terre d’Orvieto, portava ad escludere l’organizzazione di un evento analogo agli altri, non potendo ipotizzarsi in alcun modo un totale ritorno alla normalità. Grazie, soprattutto, alla volontà dei produttori di contribuire, in qualche modo, ad aiutare il proprio territorio è nato l’evento “Il gusto di essere comunità”, pensato e realizzato in collaborazione con il Market solidale, il negozio della spesa “Senza Monete” nato ad ottobre dello scorso anno ad Orvieto (in loc. Segheria, Strada dell’Arcone n.3).
Si tratta di una due giorni, sabato 20 e domenica 21 giugno (con orario: 9:00-13:00 e 16:00-19:00) durante la quale le porte del market saranno aperte a chiunque volesse essere omaggiato del Pacco “Terre d’Orvieto” contenente i prodotti eno-gastronomici delle 12 aziende produttrici facenti parte del partenariato: ci saranno legumi, formaggi, olio, vino e piccoli assaggi delle prelibatezza del territorio orvietano. “Ho accolto con molto piacere l’invito ad organizzare questa iniziativa al Market – spiega la Presidente dell’Associazione Senza Monete e promotrice del nuovo market Lorena Cupelloe, anzi, sarebbe bello che questo tipo di iniziative, volte anche a far conoscere i prodotti del nostro territorio, potessero essere organizzate anche in futuro. Significherebbe dare l’opportunità anche alle famiglie che normalmente privilegiano la convenienza negli acquisti alimentari, di riflettere sull’opportunità di scegliere prodotti di eccellenza e a chilometro zero, rimodulando il ragionamento sulle quantità da acquistare e modificando contemporaneamente la propria consapevolezza”. Gli omaggi verranno distribuiti per tutto il week end con orario sia di mattina che di pomeriggio proprio per non creare assembramenti ma garantendo così il rispetto delle norme anti-covid. Basterà presentarsi in negozio e prendere il pacco con all’interno i prodotti del partenariato. La finalità con cui, nonostante la pandemia in atto, si è deciso di proporre il week-end de “Il Pasto del Posto” è quello di promuovere i prodotti di filiera corta dei partner del progetto, attraverso una modalità innovativa consona al momento molto particolare che stiamo vivendo.

Il partenariato “Terre di Orvieto” – È un partenariato pubblico privato, composto dal Comune di Orvieto e dodici aziende agricole del territorio, nato per valorizzare e promuovere le eccellenze agroalimentari locali di filiera corta. Nel paniere di “Terre d’Orvieto” si trovano alcune delle esperienze più importanti di recupero dei caratteri originali della tradizione orvietana, sempre più spesso accompagnate da una specifica attenzione alla sostenibilità ambientale delle produzioni. Accanto al vino, celebrato sin dagli etruschi, si trovano oli, formaggi, cereali antichi, legumi, zafferano, miele e composte. L’iniziativa di degustazione “Il Pasto del Posto” promossa e coordinata dal Comune di Orvieto è finanziata dal Piano di Sviluppo rurale della regione Umbria intervento 16.4.2.1 “attività promozionali a raggio locale connesse allo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali”

Le aziende del partenariato

Azienda Agricola Biologica Janas
Fattoria Il Secondo Altopiano
Azienda Agricola Basili Danilo
Impresa Individuale Rutili Arnaldo
Cantina Cardeto
Casa Vespina
Tenuta Castello Di Montegiove
Vini Sartago
Fattoria Ma’falda
Casa Parrina
Cantine Scambia
La Goccia

Maggiori informazioni su:

www.terredorvieto.it
https://www.facebook.com/TerredOrvieto/
https://www.instagram.com/terredorvieto/
Play Store: Terre d’Orvieto è anche App

Il “Market Solidale” di Orvieto – un servizio di distribuzione di generi di prima necessità, di alimenti per neonati, di prodotti per l’igiene personale e per la casa – traduce sul territorio un modello di innovazione sociale che supera il metodo caritatevole di lotta alla povertà rappresentato dalla consegna diretta del pacco alimentare. Nato dall’esperienza dell’Emporio del Riuso e dello Scambio, si avvale dei costanti e fondamentali contributi (sotto forma di merci) di imprese della Grande Distribuzione, del Banco Alimentare, di aziende non necessariamente commerciali che desiderano sostenere l’idea (beneficiando, tra l’altro, delle agevolazioni fiscali previste dalle normative vigenti), di semplici cittadini, associazioni o istituzioni.